Link zu WSL Hauptseite Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio WSL
 

Gruppi di ricerca partecipanti

Prodotti

Link esterni

Prevedere gli incendi di bosco e studiarne le conseguenze

Ogni anno in Svizzera avvengono incendi di bosco. I ricercatori del WSL raccolgono i dati sugli eventi e sviluppano metodi e strategie per valutare il pericolo di incendio. Parallelamente svolgono studi sulle conseguenze del fuoco in termini di erosione dei versanti e biodiversità degli ecosistemi.

Waldbrand in Leuk
Incendio di Leuk, agosto 2003.
Foto: P. Guyot www.guttet-feschel.ch

Waldbrandfläche Leuk - Weidenröschen
La vegetazione riconquista lo spazio bruciato.

Periodi con scarse precipitazioni o con siccità estreme e una gestione forestale sempre più estensiva sono i fattori che attualmente fanno aumentare il pericolo di incendi di bosco. La diminuzione dell’utilizzazione delle foreste causa un aumento della biomassa combustible e della legna morta al suolo. Una volta innescato, l’incendio si propaga allora con più intensità, soprattutto in caso di siccità persistente. La maggior parte degli incendi di bosco sono di origine antropica: in svizzera cica il 90% degli incendi sono causati volontariamente o involontariamente dall’uomo. Esiste però anche una causa naturale riconducibile ai fulmini.

Sempre più incendi anche a nord delle Alpi

In Svizzera gli incendi sono più frequenti al sud delle Alpi, vale a dire in Ticino e nelle valli sudalpine dei Grigioni. Avvengono tipicamente nel periodo primaverile, quando possono verificarsi prolungati periodi siccitosi e le foglie delle frondifere non sono ancora formate lasciando che i raggi del sole esercitino il loro effetto disseccante sul suolo.

Nettamente meno frequenti, anche se dell’ordine di 10 - 15 l’anno, sono gli eventi nelle foreste delle Alpi Centrali e in particolare del Vallese. La maggior parte avviene durante il semestre estivo, quando le temperature elevate disseccano le pinete in particolare. Negli ultimi 30 anni, gli eventi siccitosi persistenti e l’aumento delle temperature hanno incrementato il pericolo di incendio in Svizzera. Sempre più foreste al nord delle Alpi sono confrontate con questa situazione.

Mettere in pratica le acquisizioni della ricerca

Grazie al miglioramento dei metodi previsionali e alle conoscenze scaturite dalla ricerca sulle conseguenze degli incendi, è possibile implementare una strategia di gestione degli incendi boschivi a livello nazionale. Ricerche di lungo periodo sulle superfici bruciate hanno per esempio dimostrato che il fuoco può avere anche ripercussioni positive sulla biodiversità e sulla rinnovazione della componente arborea. Integrando queste conoscenze nella definizione delle strategie silvicolturali è possibile influenzare positivamente la diversità delle specie. I ricorrenti danni da erosione sulle aree appena percorse dagli incendi sono sintomo di un netto aumento del pericolo in caso di forti precipitazioni. Da qui l’esigenza di una massima prontezza di intervento da parte dei pompieri e della pianificazione di opere contro la caduta sassi e le colate di fango nelle aree bruciate a rischio.


Prevedere gli incendi di bosco
  • Con quale grado di affidabilità si possono prevedere gli incendi di bosco?
  • Esistono metodi di previsione di validità e applicabilità generali? 
  • Che tipo di gestione degli incendi boschivi è necessario adottare in futuro?
   

Conseguenze degli incendi di bosco
 
  • Dopo quanto tempo rinasce la vita nelle foreste distrutte dalle fiamme?
  • Qual’è l’impatto del fuoco sulla biodiversità?
  • Quali pericoli scaturiscono dal passaggio del fuoco?

Temi affini

 

Spacer