Navigation mit Access Keys

Il primo spin-off del WSL sostiene il monitoraggio ambientale dall'aria

Contenuto principale

  

l’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio WSL.Il WSL lancia per la prima volta una sua società di spin-off, finalizzata alla vendita di un innovativo dispositivo di rilevamento idrico. Questo strumento montato su drone è un’alternativa alle misurazioni dell’umidità svolte via satellite o a terra e mira tra l’altro a supportare l’agricoltura intelligente, il rilevamento degli incendi boschivi o il monitoraggio dei ghiacciai. La nuova azienda è il risultato di molti anni di ricerca sulle microonde in banda L presso il WSL.

 

Inaridimento dei terreni coltivati, scioglimento dei ghiacciai, aumento della frequenza degli incendi boschivi o città costiere minacciate dall’innalzamento del livello dei mari: come possiamo comprendere i cambiamenti nella disponibilità idrica e individuare strategie di mitigazione? 

 

 

Un team del WSL ha sviluppato uno strumento montato su drone che fornisce a un prezzo contenuto dati ad alta risoluzione su terreni coltivati, ghiacciai, incendi boschivi e infrastrutture costiere direttamente dipendenti dall’acqua. Nonostante le tecnologie di osservazione terrestre basate sui satelliti siano essenziali per il monitoraggio dei cambiamenti del nostro pianeta, informazioni ottenute da distanze anche di 500 km sono inevitabilmente limitate. Analogamente, i sensori a punto singolo installati a terra possono fornire unicamente una quantità ridotta di dati poiché non sono in grado di rilevare la dimensione spaziale. 

 

 

Radiometro a microonde su drone

La frequenza elettromagnetica specifica in banda L (lunghezza d’onda: 21 cm) è estremamente sensibile all’acqua allo stato liquido. Tramite i radiometri gli specialisti possono rilevare la presenza d’acqua in profondità nel suolo, nella neve e nel ghiaccio.  Il gruppo Telerilevamento a microonde presso l’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio WSL sviluppa e perfeziona radiometri dal 1995. Con i loro grandi dispositivi terrestri gli ingegneri del WSL hanno dapprima contribuito a tarare le misurazioni via satellite di NASA ed ESA nel quadro del progetto SMOS
Nel 2019 hanno sviluppato una versione più compatta, che è stata impiegata per un anno durante la spedizione MOSAiC nel Mar Glaciale Artico .Alla fine, il gruppo è riuscito a ridurre le dimensioni del dispositivo tanto da renderlo sufficientemente piccolo e leggero da essere trasportato da un drone.

 

  

Le possibili applicazioni del sensore comprendono l’ottimizzazione dell’irrigazione e delle previsioni sulla resa in campo agricolo, il monitoraggio dell’idrologia dei ghiacciai, la mappatura e la valutazione del rischio di incendi boschivi, così come l’identificazione delle perdite di argini e dighe. 

 

La nuova società: TerraRad Tech AG

TerraRad Tech AG, la prima società spin-off nella storia del WSL, commercializzerà ora il radiometro a microonde montato su drone. I fondatori considerano il mercato agritech il principale business case. In regioni aride come l’Australia, gli Stati Uniti occidentali, Israele e in generale nelle coltivazioni irrigate ad alto valore, un uso ottimale dell’irrigazione e una maggiore resa per unità di superficie saranno necessari per sfamare una popolazione in aumento. TerraRad offre possibilità fuori dalla portata dei precedenti sistemi, sensori satellitari e sistemi di mappatura nella gamma dei raggi visibili o infrarossi montati su drone.

Christoph Hegg, direttore ad interim del WSL, dice: "Siamo molto contenti che i nostri molti anni di ricerca e progetti nel campo del telerilevamento a microonde abbiano portato a un prodotto così innovativo. La nuova società opererà in modo indipendente, ma la collaborazione con il WSL aiuterà a sviluppare continuamente sistemi di telerilevamento a microonde".

 

ULTERIORI INFORMAZIONI