Navigation mit Access Keys

Diversità delle specie comuni di insetti acquatici in Svizzera resta stabile dal 2010

Contenuto principale

 

23.3.2022 | Lisa Bose | News WSL | Eawag

 

Tra gli insetti acquatici dei corsi d'acqua svizzeri, sono in aumento le specie che amano il caldo e che possono sopportare bene l'esposizione ai pesticidi. Lo dimostra uno studio congiunto del WSL e dell'Eawag che utilizza i dati del monitoraggio della biodiversità tra il 2010 e il 2019. I risultati indicano possibili influenze del cambiamento climatico.

 

Gli studi sull'evoluzione degli insetti in Svizzera e nel mondo concludono spesso che la biodiversità è diminuita drasticamente. I risultati sono particolarmente preoccupanti per gli insetti rurali, che svolgono importanti compiti come impollinatori nell'ecosistema. Nell'ambito dell'iniziativa di ricerca Blue-Green-Biodiversity lanciata dal WSL e dall'Eawag, Friederike Gebert ha studiato come la diversità degli insetti acquatici nei corsi d'acqua svizzeri sia cambiata negli ultimi anni.

I suoi risultati, che ha pubblicato insieme ad altri ricercatori nella rivista Biology Letters, mostrano un quadro un po' diverso: In nessuna delle famiglie e dei generi studiati il numero di specie distribuite in Svizzera è diminuito nel periodo tra il 2010 e il 2019. Al contrario, le specie di insetti amanti del calore sono aumentate ad altitudini medio-alte, come la mosca Baetis rhodani. Anche le famiglie di insetti che non sono sensibili ai pesticidi, come il chironomide, sono aumentate. Il numero di specie di insetti sensibili ai pesticidi, come la maggior parte dei caddisfidi e dei moscerini, è rimasto stabile.

Anche le specie che preferiscono condizioni più fresche, come la mosca Baetis alpinus, non sono scomparse nonostante l'aumento delle temperature. Per il loro studio, i ricercatori hanno utilizzato i dati raccolti in 438 siti in Svizzera nell'ambito del Biodiversity Monitoring Switzerland. "Siamo stati molto sorpresi dai risultati chiari con numeri di specie stabili e in aumento nell'arco di tempo di soli dieci anni", dice Gebert. Va notato, tuttavia, che il monitoraggio della biodiversità registra principalmente le specie comuni e diffuse; con questi dati non si possono fare affermazioni sulle specie rare.

 

Influenza del cambiamento climatico?

Secondo i risultati dello studio, la ragione principale di questo sviluppo è probabilmente il cambiamento climatico: "L'aumento della diversità delle specie sta avvenendo principalmente ad altitudini medie, attraverso specie che probabilmente migrano da altitudini più basse e possono far fronte bene a condizioni più calde", dice Kurt Bollmann, che guida il progetto di ricerca. Non è ancora chiaro se questo sposterà nel tempo le specie amanti del freddo. Bisognerebbe studiare periodi di tempo più lunghi per questo.

Se le misure di protezione dell'acqua siano un'altra ragione per il numero stabile di specie in aumento non può essere dimostrato con questo studio. Poiché molti corsi d'acqua sono stati canalizzati e inquinati durante la fase industriale, è probabile che il numero di specie di insetti acquatici in Svizzera sia diminuito durante questo periodo. "Supponiamo quindi che l'attuale aumento parta da un livello relativamente basso", dice Gebert.

 

Ogni insetto nell'ecosistema conta

Quindi forse non tutto va bene con gli insetti acquatici? "Le specie meno esigenti sono aumentate, mentre le specie adattate al freddo non sono diminuite finora", dice Gebert. Ma non è solo il numero di specie che è cruciale perché un ecosistema funzioni bene: È soprattutto la quantità di insetti che forniscono servizi nell'ecosistema. Ci sono ancora troppo pochi dati disponibili su questo. "È quindi immensamente importante che i programmi di monitoraggio della biodiversità non solo registrino le specie, ma anche la loro abbondanza e biomassa", chiede Gebert.

Come gli insetti sulla terraferma, gli insetti acquatici sono di grande importanza per l'ecosistema. Forniscono cibo ai pesci e ad altri animali nell'acqua e svolgono un ruolo importante come decompositori di foglie e legno e altro materiale organico. Molti insetti acquatici passano la loro prima fase della vita come larve nell'acqua e, dopo la schiusa, sono un'importante fonte di cibo per uccelli e mammiferi sulla terraferma.

  

ULTERIORI INFORMAZIONI