Navigation mit Access Keys

Sondaggio nazionale: la popolazione apprezza e si preoccupa per il bosco svizzero

Contenuto principale

 

21.03.2022 | Ufficio federale dell'ambiente UFAM | News WSL 

 

La popolazione svizzera considera il bosco molto importante. La gente lo utilizza spesso come spazio ricreativo e di ristoro, vuole che sia protetto in quanto spazio vitale per piante e animali, ne apprezza la funzione di protezione contro i pericoli naturali ed è favorevole al suo sfruttamento come fonte di legname. Il cambiamento climatico e i suoi effetti sul bosco sono invece motivo di preoccupazione. È quanto si evince da un sondaggio rappresentativo che l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) commissiona ogni 10 anni. I risultati sostengono gli obiettivi della politica forestale svizzera.

 

Il 21 marzo 2022, in occasione della giornata internazionale delle foreste, Katrin Schneeberger, direttrice dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), Didier Castella, Consigliere di Stato del Cantone di Friburgo, e Michael Reinhard, capo della divisione Foreste dell’UFAM, hanno presentato nel bosco presso Villars-sur-Glâne (FR) i risultati del sondaggio «Monitoraggio socioculturale del bosco (WaMos)». Secondo Katrin Schneeberger, la popolazione apprezza il bosco sia come luogo di ristoro che per le sue diverse funzioni. La politica forestale integrale della Confederazione tiene conto di questi diversi aspetti, combinando protezione e utilizzazione del bosco. Didier Castella, da parte sua, ha sottolineato l’importanza del bosco come luogo di biodiversità.

 

Il bosco: fondamentale per il ristoro

Il sondaggio mostra che praticamente tutta la popolazione (95 %) si reca nel bosco, per lo più regolarmente, un valore mai raggiunto prima. L’esperienza nella natura, l’aria fresca e il distacco dalla vita quotidiana sono motivi importanti per recarsi nel bosco. In generale, cresce l'importanza del bosco come luogo di ritiro. Nel bosco, alcuni vogliono osservare la natura e godersi la tranquillità, altri vogliono muoversi e praticare sport. La maggior parte degli intervistati si sente più rilassata dopo essere stato nel bosco. Tuttavia, la percentuale di intervistati che non si sentono mai infastiditi nel bosco è nettamente scesa nel 2020 (53,5 %) rispetto al 2010 (74 %). A dare maggiormente fastidio sono i rifiuti lasciati in giro, gli atti di distruzione e vandalismo, la gente che fa festa o che circola in rampichino. Tuttavia, nel complesso, la soddisfazione generata da un soggiorno nel bosco rimane elevata.

 

Funzioni preziose del bosco

Per gli intervistati, la funzione più importante del bosco è quella di spazio vitale per piante e animali (92,6 %). Un numero significativamente maggiore di persone accetta il legno morto, un elemento importante per la biodiversità. Altre funzioni importanti sono la produzione di ossigeno (83,7 %) e la protezione contro i pericoli naturali (83,6 %). Gli intervistati hanno anche spesso menzionato il fatto che il bosco contribuisce alla mitigazione dei cambiamenti climatici (79,2 %); un aspetto, questo, sollevato per la prima volta.

Come già nel 2010, più di due terzi degli intervistati ritengono che la quantità di legno raccolta nel bosco svizzero sia «giusta». Nelle Alpi e al sud delle Alpi, prevale invece l'impressione che si usi troppo poco legno. Le cifre lo dimostrano: degli 8,2 milioni di metri cubi di legno che potrebbero essere utilizzati ogni anno in modo sostenibile, nel 2020 ne è stata raccolta solo poco più della metà.

 

Bosco e cambio climatico

Secondo gli intervistati, la salute del bosco è nettamente peggiorata rispetto all’ultimo sondaggio. Questa maggiore preoccupazione nei confronti del bosco può essere dovuta agli effetti visibili del cambiamento climatico sul bosco lasciati ad esempio da siccità o tempeste. Il cambiamento climatico è anche considerato dalla popolazione come la principale causa di minaccia al bosco (32 %).

 

ULTERIORI INFORMAZIONI