Navigation mit Access Keys

WSL Pagina principalePericoli naturali

Pericoli naturali

Contenuto principale

 

I rischi connessi a pericoli naturali quali valanghe, frane, caduta di massi, colate detritiche, inondazioni e incendi forestali possono provocare grandi danni in Svizzera. Con le nostre ricerche e i nostri servizi contribuiamo a proteggere la popolazione da questi eventi.

 

Solo a causa delle valanghe, ogni anno in Svizzera perdono la vita in media 23 persone; le piene e i movimenti di masse causano in media danni per 300 milioni di franchi. Data la crescita della popolazione, sempre più edifici si trovano in zone a rischio.

Per questo studiamo come nascono i diversi pericoli naturali, in quale misura e con quale velocità e potenza si esprimono e come l’uomo può proteggersi dalla loro azione. Le possibilità sono una buona pianificazione territoriale, previsioni affidabili o misure tecniche di protezione. Noi creiamo le basi scientifiche per le analisi dei rischi e la valutazione dell’efficacia e della convenienza delle misure di protezione e dei sistemi di allarme.

Ciò richiede ricerche in ambito naturalistico e ingegneristico, ma anche economico e sociale, poiché i grandi eventi mettono politica, amministrazione e società di fronte alla sfida di decidere a favore di strategie di riduzione del rischio ampiamente accettate ed economicamente sostenibili.

Osservazione e simulazione

Per comprendere in dettaglio i processi implicati nei pericoli naturali, gestiamo impianti di sperimentazione unici al mondo. Osserviamo sul campo la dinamica di valanghe, colate detritiche, cadute di massi e dissesti franosi in condizioni simili a quelle reali e talvolta siamo in parte noi stessi a provocarli a fini sperimentali.

Grazie a questi dati oggi siamo in grado di comprendere, come mai prima d’ora, come si originano questi pericoli naturali e possiamo simularne i processi in modelli di calcolo sempre più precisi, contribuendo alla realizzazione di misure di protezione e carte dei pericoli.

Fare i conti con il cambiamento climatico

Lo scioglimento dei ghiacciai e lo scongelamento del permafrost dovuti ai cambiamenti climatici minacciano di spostare enormi quantità di terra, rocce e pietrame, mettendo in grave pericolo gli insediamenti e le vie di comunicazione a valle. Per questo ci dedichiamo intensamente ai movimenti di masse provocati dal cambiamento climatico in alta montagna aderendo all’iniziativa di ricerca strategica 2017–2020 «Climate Change Impacts on Alpine Mass Movements».

Avvertire in tempo e fornire informazioni esaustive                                      

Per quanto riguarda i sistemi di allarme e prevenzione svolgiamo un ruolo importante a livello nazionale e deteniamo una posizione di rilievo anche a livello internazionale: in inverno il servizio di allarme valanghe dell’SLF emette il noto bollettino valanghe due volte al giorno; i nostri idrologi si occupano di mettere in guardia da piene o siccità eccessiva.

Nelle valli alpine meridionali, oggi già aride, gli incendi boschivi sono un pericolo reale. Al WSL rileviamo e analizziamo gli incendi boschivi, sviluppiamo metodi e strategie per valutare il rischio di incendio e studiamo le conseguenze per ecosistemi come le foreste protette.

I nostri dati e i risultati delle nostre ricerche sono pubblicamente disponibili in Internet, affinché le autorità preposte alla gestione delle crisi possano accedervi rapidamente nei casi di emergenza.

 

Temi

Ein Bord mit einigen kleinen Bäumen steht in Flammen. Die im Vordergrund sichtbaren grossen Bäume sind noch unversehrt.

Incendi forestali

I nostri ricercatori studiano i fattori che aumentano il rischio di incendio boschivo e sviluppano strumenti finalizzati a prevedere tale pericolo.

Umgestürzte Bäume liegen in einer Lichtung.

Eventi meteorologici e climatici estremi e siccità

Studiamo le condizioni atmosferiche e climatiche estreme in Svizzera, come ad esempio i periodi di siccità, creando così le basi per affrontarle.

Ein Murgan stürzt sich in einem Bachbett hinunter.

Colate detritiche e materiale solido di fondo

I torrenti montani possono trascinare con sé carichi di rocce distruttivi. WSL studia questi processi per una migliore protezione.

Zwei mit mehreren Personen besetzte Schlauchboote fahren durch die von Hochwasser überfluteten Gassen in einer Stadt.

Piene e inondazioni

In Svizzera le piene causano danni enormi. Da oltre cent’anni studiamo ed elaboriamo le basi e i sistemi per prevederle e dare l’allarme.

Ein Stein prallt in einer Staubwolke in ein Steinschlagnetz.

Cadute di massi e frane

Effettuiamo ricerche su cadute di massi, smottamenti, colate detritiche e altre frane per proteggere meglio persone e infrastrutture nelle Alpi. 

Vor der Gemeindeverwaltung in Brienz, einem grossen Holzhaus, türmen sich Schlamm- und Geröllmassen von einem Murgang. Verschiedene Autos liegen kreuz und quer davor.

Gestione dei pericoli naturali

In Svizzera la gestione dei pericoli naturali ha tradizione. Con le nostre ricerche e i nostri servizi contribuiamo a ridurre i rischi.

 

Attualità

Valori climatici orari per quasi 200 stazioni in Svizzera fino all’anno 2100.

Come incide il cambiamento climatico sulla situazione idrica della Svizzera? Questa la domanda al centro del programma di ricerca Hydro-CH2018.

Lo studio sulle piene estreme dell’Aare «Extremhochwasser an der Aare» fornisce le basi per una valutazione del pericolo di piene anche per gli eventi…

Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza! Abbiamo chiesto alle ricercatrici del WSL perché hanno scelto la loro professione.

 

Pubblicazioni

 

I cambiamenti climatici stanno aumentando la frequenza di ondate di calore e siccità prolungate con effetti immediati sul pericolo di incendio boschivo. La conoscenza dell’ecologia del fuoco del faggio è una premessa indispensabile per pianificare la ricostituzione post-incendio dei servizi forniti dalle faggete.

Notizie per la pratica 65
2020
 

Wermelinger, B.; Rigling, A.; Schneider Mathis, D.; Kenis, M.; Gossner, M.M., 2021: Climate change effects on trophic interactions of bark beetles in inner alpine scots pine forests. Forests, 12, 2: 1-16. doi: 10.3390/f12020136

Erscheint im Mai 2021. Warum können Steine schwimmen, sind die Tage des Aletschgletschers gezählt, wieso archivieren Bäume das Klima? Acht Wanderungen durch das Mittel- und Oberwallis führen an Orte, die Antworten auf solche Fragen liefern – dorthin, wo geforscht wird. Die Eidg. Forschungsanstalt für Wald, Schnee und Landschaft WSL befasst sich in dieser Region seit dreissig Jahren mit Lebensräumen und Naturgefahren und gibt nun entlang von Wanderwegen faszinierende Einblicke in ihre Arbeit. Hintergrundinformationen zu einzelnen Tier- und Pflanzenarten und eine App für unterwegs ergänzen den reich bebilderten Wissenschafts- und Wanderführer.

La synthèse résume en 31 pages les principaux résultats et conclusions de l'étude. Parmi les nombreuses illustrations, des infographies présentent l'impact modélisé de crues extrêmes sur le cours de l’Aar et sur divers ouvrages.