Navigation mit Access Keys

Contenuto principale

 
 

Caratterizzazione dei vigneti sudalpini in funzione della difficoltà gestionale e rischio di abbandono.

 

Negli ultimi anni la superficie vitata del Sud delle Alpi della Svizzera è in forte evoluzione, con in particolare la diminuzione dei tradizionali vigneti di collina onerosi dal punto di vista della gestione. Questo studio vuole gettare le basi per definire individuare in maniera oggettiva i vigneti meritevoli di un sostegno per la loro salvaguardia.

 
 

Lo studio ha lo scopo di fornire agli organi competenti informazioni dettagliate e oggettive sulla situazione attuale dell’area vitata ticinese e sulle diverse condizioni gestionali in particolare.Questi dati serviranno quale base decisionale per sviluppare misure concrete di sostegno per i vigneti più a rischio di abbandono e/o meritevoli di salvaguardia.

Sulla base di un’analisi dell’evoluzione dell’area vitata tra il 1989 e il 2020 si individueranno i fattori geomorfologici (p. es. pendenza del vigneto), logistici (distanza e dislivello dalla strada) e gestionali (forma del vigneto, distanza dal bosco, ecc.) che ne rendono la gestione onerosa e ne aumentano il rischio di abbandono.

Un secondo aspetto che verrà preso in considerazione è la presenza all’interno del vigneto di elementi tipici della tradizione viticola sudalpina (pergole, sostegni in pietra, terrazzamenti etc.) che rappresentano un valore aggiunto sia in termini paesaggistici che di biodiversità.
Grazie a queste analisi sarà poi possibile applicare alla superficie vitata del 2020 un livello di rischio di abbandono in funzione della difficoltà gestionale e della possibilità di edificare o meno e individuare quindi i vigneti più bisognosi di misure di salvaguardia.