Navigation mit Access Keys

WSL Pagina principalePaesaggioUrbanizzazione e territorio

Urbanizzazione e territorio: utilizzare il suolo con parsimonia

Contenuto principale

 

La forma e l’estensione di paesi e città incidono sulla biodiversità e sulla qualità di vita delle persone. Noi analizziamo lo sviluppo degli insediamenti, le sue conseguenze e individuiamo gli strumenti politici e le misure con cui controllarlo.

 

Da anni assistiamo alla crescita di paesi e città in molte regioni della Svizzera, prevalentemente a scapito di terreni agricoli e habitat naturali. In molti luoghi non si costruisce in maniera compatta, bensì dominano le edificazioni sparse, a bassa densità e circondate da ampi spazi. Questo tipo di edilizia non utilizza il suolo con parsimonia, perché ha bisogno di tanta superficie. Se poi il consumo di superficie avviene in modo frammentato (disperso), gli esperti parlano di espansione disordinata degli insediamenti. Noi indaghiamo le cause del consumo di superficie e dell’espansione disordinata degli insediamenti e verifichiamo come poterle rilevare e arginare.

Ricerca per uno sviluppo sostenibile degli insediamenti

Gli esperti concordano che lo sviluppo degli insediamenti in Svizzera ha numerosi effetti negativi. Pregiudica, ad esempio, la biodiversità e riduce gli spazi ricreativi per la popolazione. Le conseguenze dello sviluppo degli insediamenti sono state tra l’altro oggetto di studio del programma di ricerca «Esigenze spaziali di uomo e natura». Oltre a ciò, analizziamo i fattori economici, politici e sociali alla base dello sviluppo degli insediamenti e individuiamo gli strumenti politici e le misure con cui controllarlo. A tal fine abbiamo ad esempio esaminato con attenzione i comuni e le città che oggi risultano più densi e compatti rispetto al passato, dunque che utilizzano il suolo più parsimoniosamente.

Lo sviluppo degli insediamenti comprende molteplici aspetti: sociali, progettuali, politici, economici ed ecologici. Ricercatori del WSL di diverse discipline collaborano quindi tra loro per rispondere a questa molteplicità di aspetti, coinvolgendo inoltre rappresentanti di studi di progettazione, delle autorità e della politica e confrontandosi con loro regolarmente. Solo in questo modo possono infatti garantire che la loro ricerca non serva solo all’acquisizione di conoscenze scientifiche, ma offra anche una base decisionale per gli urbanisti e i responsabili a livello comunale e cantonale.

 

Ulteriori informazioni