Navigation mit Access Keys

WSL Pagina principaleBiodiversitàBiologia della conservazione e zone protette

Biologia della conservazione e zone protette

Contenuto principale

 

La biodiversità diminuisce, anche in Svizzera. Il WSL fornisce le basi scientifiche per la protezione delle specie a rischio e monitora la qualità di diversi habitat. Per le zone protette effettuiamo ricerche sugli impatti sociali ed economici.

 

I cambiamenti nell’utilizzazione del suolo, la perdita di habitat, le immissioni di azoto e il cambiamento climatico hanno un influsso negativo sulla biodiversità a livello globale e in Svizzera. Le Liste Rosse delle specie animali e vegetali a rischio diventano così sempre più lunghe, mentre la capacità funzionale e di adattamento degli ecosistemi si riduce.

Noi studiamo i rapporti tra le specie a rischio e i rispettivi habitat e sviluppiamo strumenti per la loro protezione, concentrandoci in particolare sui boschi e i giardini urbani. I dati rilevati sul campo vengono combinati con le osservazioni da telerilevamento. In questo modo possiamo creare modelli della diffusione delle specie e del potenziale di habitat adeguati e mettere a disposizione le basi per misure di protezione ambientale.

Ricerca per la pratica

Molte specie animali e vegetali sono a rischio perché i loro habitat si riducono in spazio e qualità. Per poterli proteggere meglio, la Confederazione ha individuato biotopi di importanza nazionale: prati e pascoli secchi, zone golenali, paludi e siti di riproduzione di anfibi. In collaborazione con l’UFAM, (progetto Monitoraggio della protezione degli habitat in Svizzera WBS) il WSL verifica se questi biotopi si sviluppano come previsto dagli obiettivi di protezione.

Coltiviamo una collaborazione pluriennale con servizi specializzati della Confederazione e dei cantoni e elaboriamo i risultati ottenuti per l’applicazione pratica. Inoltre offriamo servizi di consulenza alla confederazioni, ai cantoni a ad altri interessati. I ricercatori del WSL partecipano tra l’altro alla predisposizione di piani di azione per la protezione delle specie e forniscono le basi scientifiche per Liste Rosse e strategie di interconnessione.

Talvolta le misure per la protezione della natura si scontrano con le resistenze della popolazione, perché ad esempio sono costose o limitano le coltivazioni o le attività ricreative. Con metodi ripresi dall’economia e dalle scienze sociali studiamo pertanto le ripercussioni sociali ed economiche delle misure riguardo l’utilizzo di zone protette. Laddove sussistono conflitti, valutiamo l’efficacia di diverse possibilità di soluzione.

 

Temi

 

Pipistrelli

Un metodo sviluppato al WSL ci permette di riconoscere le specie di pipistrelli sulla base dei loro gridi di ecololocalizzazione. In questo modo...

 

ULTERIORI INFORMAZIONI