Visitatore illustre all'SLF

Il settore ETH presenta i punti salienti della ricerca attuale al WEF 2024.

Questo testo è stato tradotto automaticamente.

In occasione del World Economic Forum WEF di Davos, il settore dei PF ha invitato a Davos, presso l'Istituto WSL per lo studio della neve e delle valanghe SLF, 50 ospiti di alto livello provenienti dal mondo della politica, della ricerca e dell'economia, tra cui il Consigliere federale Guy Parmelin, il Presidente del Consiglio nazionale Eric Nussbaumer, la Segretaria di Stato Martina Hirayama e numerosi rettori di università svizzere. Il padrone di casa e direttore dell'Istituto, Jürg Schweizer, si è detto entusiasta del grande interesse: «È bello poter mostrare qui, nel più alto istituto di ricerca del settore dei PF, ciò che i ricercatori del settore stanno realizzando, sia per la scienza che per la società». I ricercatori delle due università ETH Zurigo e EPFL e degli istituti di ricerca PSI, WSL, EMPA e EAWAG, che insieme formano il Settore dei PF, hanno fornito informazioni sul loro lavoro.

Christoph Hegg, direttore ad interim del WSL, ha spiegato: «È importante dimostrare ai responsabili politici che le innovazioni non solo fanno progredire l'economia, ma anche la società», e ha ricordato i numerosi casi, come la frana di Brienz, in cui i ricercatori del settore dei PF hanno supportato il settore pubblico con le ultime scoperte.

Il fatto che gli scienziati guardino anche oltre i propri orizzonti gioca un ruolo speciale. «Uno dei pilastri del nostro successo è la cooperazione internazionale con i ricercatori di tutto il mondo, di cui beneficia anche la Svizzera», ha dichiarato Michael Hengartner, presidente del Consiglio dei PF.

Immagine 1 of 6
Il ricercatore dell'SLF Andrea Marconi spiega a Maria Leptin, presidente del Consiglio europeo della ricerca, come i risultati di Brienz e il moderno telerilevamento con droni, aerei e satelliti aiuteranno a prevedere in futuro eventi naturali come le cadute di massi - in tutto il mondo. (Foto: Luzia Schär)
Immagine 2 of 6
Marc Böhler di EAWAG spiega come l'ozono rimuove i microinquinanti nelle acque reflue. (Foto: Luzia Schär)
Immagine 3 of 6
Il presidente della SUPSI Giovanni Merlini e la matematica ed ex responsabile della task force COVID Tanja Stadler ascoltano con attenzione la ricercatrice dell'EMPA Nathalie Casas che spiega come intende estrarre la CO2 dall'atmosfera come materia prima del futuro. (Foto: Luzia Schär)
Immagine 4 of 6
Gioco di parole dell'Istituto Paul Scherrer PSI: Marco Rannochiari sono alla ricerca del Synfuel, il più verde dei carburanti sintetici. (Foto: Luzia Schär)
Immagine 5 of 6
La ricercatrice dell'EPFL Sabine Süsstrunk presenta al Consigliere federale Guy Parmelin come si possono utilizzare i deep fakes per sperimentare prospettive e oggetti in modo nuovo utilizzando tecnologie informatiche avanzate. (Foto: Luzia Schär)
Immagine 6 of 6
Il Presidente del Consiglio nazionale Eric Nussbaumer siede a bordo dell'auto da corsa elettrica "mythen", costruita dal Politecnico di Zurigo. (Foto: Luzia Schär)

Contatto

Ufficio stampa SLF

Diritti d'autore

WSL e SLF mettono a disposizione gratuitamente il materiale foto, video e audio esclusivamente per l’uso in relazione a questo comunicato. È proibito vendere il materiale o appropriarsene per inserirlo in una banca dati foto, video o audio.