Navigation mit Access Keys

I parassiti delle foreste stanno diventando sempre più aggressivi a causa del riscaldamento globale

Contenuto principale

  

Uno studio condotto dal CREAF, l'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio WSL e l'Università Autonoma di Barcellona rivela che l'esposizione alla siccità determina la resistenza di un albero all'attacco dei parassiti. Più siccità ha subito, più è probabile che muoia se attaccato da certi insetti.

 
  • La ricerca ha studiato foreste di conifere in Europa negli ultimi 10 anni e ha scoperto che circa il 30% degli alberi è stato colpito da un parassita e il 6% è poi morto.
  • Le foreste di conifere più colpite e minacciate di sopravvivenza in futuro sono quelle del centro, del nord e del sud-est del continente.
 

La comunità scientifica ha già dimostrato che le foreste che crescono in un clima non adatto a loro, come un abete rosso in un clima secco, sono facilmente più colpite da malattie forestali o attacchi di parassiti. Tuttavia, secondo l'articolo recentemente pubblicato su Global Change Biology "Climatic and stand drivers of forest resistance to recent bark beetle disturbance in European coniferous forests", il cambiamento climatico sta rendendo possibile che anche le foreste che vivono nel loro ambiente più ottimale siano colpite dall'infestazione del bostrico. Il team di ricerca è composto dai ricercatori del CREAF Luciana Jaime González (primo autore) ed Enric Batllori; Francisco Lloret, professore di ecologia all'Università Autonoma di Barcellona e ricercatore del CREAF, e Marco Ferretti, ricercatore dell'Istituto Federale Svizzero per la ricerca sulla foresta, la neve e il paesaggio (WSL).

La siccità è la causa principale di questa situazione. L'articolo conclude che le grandi ondate di calore e le siccità che le accompagnano mettono le foreste al limite della loro resilienza e le espongono all'attacco degli insetti. Questa miscela è il fattore scatenante per la mortalità indotta dai parassiti nei grandi popolamenti forestali. "Secondo i risultati della ricerca, la resistenza di una foresta all'attacco di questi insetti dipende quasi esclusivamente dalla siccità e dalla sua intensità e durata", spiega Luciana Jaime González. "Inoltre, gli effetti sono cumulativi: le foreste hanno una memoria e più siccità la loro storia include, più è probabile che soccombano

 

Il riscaldamento globale sta incoraggiando un maggiore e più elevato sviluppo di alcuni parassiti forestali, come i coleottero perforatori dei generi Tomicus e Ips, e allo stesso tempo, sta incoraggiando siccità più intense. Secondo Luciana Jaime González, il risultato di questa combinazione è un cocktail letale per le conifere: "Delle migliaia di alberi studiati, quasi il 30% è infestato da uno scolitide, la famiglia di coleotteri perforatori che più frequentemente li attacca, e il 6% è già morto".

 

Foreste europee a rischio

Negli ultimi anni, il numero di foreste di conifere in Europa che sono morte direttamente o per cause associate agli attacchi degli insetti è aumentato in modo preoccupante. Per questo motivo, questo studio condotto dal CREAF e dall'Università Autonoma di Barcellona, ha esaminato 130 aree di saggio ICP Forests in Europa monitorate dal 2010 per capire come gli alberi rispondono agli attacchi degli insetti e quali sono i più esposti. La ricerca ha scoperto che l'Europa centrale, settentrionale e sud-orientale sono le aree in cui i parassiti stanno diventando più aggressivi e infestano più foreste. In particolare, le specie di scolitidi che stanno causando più problemi sono quelle che completano più di un ciclo di vita all'anno, note come multivoltine, perché approfittano dell'aumento delle temperature per riprodursi sempre più volte all'anno. Questi dati, "sono molto importanti per generare mappe di rischio e punti caldi dove gli scoliidi saranno più favoriti dalle alte temperature e dalla siccità associata e possono mettere a rischio l'integrità della foresta", secondo Luciana Jaime González.

Oltre alla siccità e alla temperatura, ci sono anche altri fattori che predispongono gli alberi all'attacco di questi insetti parassiti, come la struttura della foresta stessa e la composizione delle specie forestal

  

ULTERIORI INFORMAZIONI